By www.health-secrets.it       

Il grasso ...           
Fa bene o fa male...?
             

Il decimo segreto, comprendere le funzioni dei grassi per trarne benefici ed evitare guai.
Nel medioevo fino al rinascimento inoltrato, essere grassi era un segno di benessere, era considerato uno status sociale...
Nelle varie epoche, la magrezza è stata perlopiù vista come un segno di debolezza e scarsa salute. Questo credo ha un ragionevole fondamento, infatti il rachitismo ed altre affezioni che danno quell' aspetto scheletrico, sono davvero state flagellli per la salute umana diminuendone enormemente le aspettativa di vita.

Fino alla fine di tutti gli anni 60 anche in Italia, non esisteva quasi il sovrappeso ed i dottori hanno insistentemente spiegato alle mamme italiane: Fate mangiare i vostri figli!
Nel passato, risulta essere chiaro quindi, che la carenza alimentare fosse associata alla malattia ed invece il grasso, alla più piena salute! La realtà, come per il sale e gli zuccheri, è che l' equilibrio, ovvero la ottimale proporzione tra adipe e massa muscolare, esso è vero indice di salute corporea.

Se storicamente il grasso è stato visto come fonte di salute e considerato uno status sociale, negli anni recenti, con l' aumento generale dell' abbondanza, una schiera di Dottori si è consorziata a sostegno che il grasso sia la causa di ogni male. Dove si trova la verità? Nel mezzo: L' eccesso di grasso porta sicuramente molti scompensi del metabolismo incluso quello cardiaco, ma la sua presenza nella giusta misura, ha invece effetti benefici, uno fra i quali, è quello di proteggere da infiammazioni, le quali sono precursori di danni cellulari.

I grassi, definiti anche lipidi, riserva di energia, proteggono e isolano gli organi interni, regolano la produzione di ormoni e permettono l’assorbimento delle vitamine liposolubili (A, D, E e K). Allora, è chiaro che un pò di grasso è sia utile che anche gradevole a guardarsi, in confronto alla magrezza scheletrica generata dalla carenza (i casi di anoressia) o altre incapacità del metabolismo a salvare scorte energetiche in forma di grasso. Insomma, nel medioevo avevano ragione a rappresentare le pitture paffute delle donne come simbolo di bellezza.

Anche per i grassi, è doveroso però sottoscrivere, che il loro eccesso, provocherà una marea di problemi, che solo di recente sono stati studiati, perchè è solo nell' era moderna che gli eccessi alimentari hanno iniziato a creare i più grandi danni alla salute. In passato era una norma universale il duro o pesante lavoro, il quale aveva la lode di attivare il metabolismo ormonalmente e rafforzare il sistema immunitario, scampando proprio questi lavoratori, da molti problemi moderni, ma.. è stata la povertà estrema invece la pesante croce della salute! Oggi, con la assistenza meccanizzata a quasi ogni attività lavorativa, bambini in sovrappeso, adolescenti immobili attaccati a Smartphone e/o videogiochi al Compiuter, nonchè adulti che faticano al semplice entrare ed uscire dalla propria autovettura, sono un palese indice che il paradigma della salute ottimale sia completamente cambiato, ovvero, non più basato su una sana ed abbondante nutrizione per sostenere lavori di fatica, ma su una moderata e sana nutrizione. Anche in questo caso, l'ago della bilancia pende a seconda di quale sia il carico effettivo di lavoro da sopportare giornalmente.

Stiamo dicendo, che l' Attività fisica è un autentico toccasana e la moderazione nel cibo, non solo eviterà eccessi nell' accumulo dei grassi, i quali mettono in difficoltà tutto l' organismo, compreso il sistema immunitario. (Ci si ammala più facilmente se si mangia troppo, anche di attacchi batterici o virali del tutto in apparenza non collegati, come l' influenza,) proprio a causa che il sistema immunitario è indebolito! Questi testi, sempre validi, diventano molto importanti soprattutto per preparare il proprio sistema immunitario ad auto-difendersi in periodi di pandemie, vincendo la guerra della salute e non soccombendo!

Grassi buoni e grassi "cattivi"

Desideriamo mettere in evidenza che per il metabolismo umano, la tendenza a non "incepparsi" o a tendere alla massima lunghezza della vita è in generale correlato ad una alimentazione che propende ad una misura restrittiva. Anche brevi digiuni alternati, sembrano utili perchè attivano meccanismi di auto-generazione-riparazione, nonchè disintossicazione del corpo. Il detto di non alzarsi dal tavolo già sazi è un indice del senso di questo consiglio. Ma se è da prendere come regola aurea quella di non eccedere nel cibo, è da considerare con altrettanta importanza l' origine dell' alimentazione. Il grasso animale, osteggiato da campagne pubblicitarie non del tutto disinteressate, negli anni 70/80 è servito a creare nell' immaginario collettivo uno spettro, un mostro che indicava il grasso animale come qualcosa di diabolicamente malsano. Non è del tutto vero il mito del grasso saturo proveniente dagli animali come un pericolo estremo. Ancora una volta sono, la frequenza e la quantità a determinare se questa sostanza farà bene o farà male. Per quanto riguarda gli animali macellati nutriti con foraggi OGM ed additivati, riempiti di steroidi e di antibiotici, è certo che i residui immagazzinati nel grasso di queste sostanze saranno quanto e più pericolosi del grasso stesso.

I grassi saturi, (quelli provenienti da animali, grasso, pelle ecc e dai prodotti caseari, ovvero i formaggi, dovrebbero essere consumati con molta moderazione. Semaforo verde per i grassi insaturi naturali, es. perfetto, l' olio d'Oliva e poi ci sono i grassi che ci permettiamo di definire criminali, che sono sia quelli modificati dalle temperature di cottura troppo elevate, le quali generano sostanze tossiche e mutagene (vuoldire cancerogene) quali il furano, acrilammide ed anche idrocarburi. Quindi nessun grasso è escluso dal problema del trattamento a temperatura elevata ma il primo criminale alimentare nel mondo dei grassi è sicuramente il grasso idrogenato! Quello che aumenta drasticamente il rischio di patologie coronariche e problemi a livello cardiovascolare nel popolo americano ed europeo!

Il mondo della pubblicità quando dice una bugia, forse ne racconta ben due: Il grasso animale, dato all' ostracismo è servito a sospingere alimenti industriali che hanno ricavato dei grassi mediante procedimenti chimici di estrazione e poi trattati, i quali prendono la nomina di grassi idrogenati. La margarina, un assoluto veleno in senso alimentare è tra questi! Non solo, anche le mosche, se trovano margarina, la evitano ed anche i batteri fanno fatica a decomporla. La margarina rappresenta uno dei più perfetti inganni che le multinazionali dell' alimentazione abbiano ordito contro la salute umana, per rimpinguare le loro casse economiche, vendendo prodotti che il corpo umano non riesce nemmeno a metabolizzare e.. tradimento dei tradimenti alla salute, con la dicitura: "origine vegetale".

L’idrogenazione è un trattamento chimico cui gli olii vengono sottoposti per prendere una consistenza solida. Sono i peggiori grassi per l’organismo e si trovano nei cibi fritti (patatine fritte, ciambelle, cibi fritti dei fast food), nella margarina, nei grassi alimentari, nei prodotti di pasticceria e nei cibi lavorati come i crackers!

Insomma, ancora una volta è l' industria dell' alimentare l' incriminata Nr.1 ad attentare alla salute umana!

Dove si trovano i grassi buoni?

Nell olio extravergine di oliva e in quello di girasole, ma anche in frutti come l’avocado, e in altri alimenti vegetali (come mandorle, nocciole e pistacchi).

Contribuiscono – anche se in maniera modesta – ad aumentare i livelli del cosiddetto colesterolo buono (HDL). Sono grandi fonti di omega 3 frutti oleosi come le noci e semi come il lino ma anche in parte nei legumi come fagioli secchi.

L’omega 6 si trova invece negli oli essenziali (colza, mais, soia, semi di cotone, cartamo, girasole), in frutta oleosa (come arachidi, noci, pistacchi), e in alimenti come cereali e legumi secchi. Avete notato che si tratta sempre e solo di vegetali? Nel mondo vegetale, realmente si trovano tutte le sostanze nutritive di cui abbiamo bisogno. E la pubblicità ingannevole che come per le carni, il caffè, la cocacola ecc. che sospinge autentici inganni anche in forma di articoli di medicina.

Non ci si dimentichi la regola aurea della moderazione con i grassi (ed il cibo in genere), la ben conosciuta immagine a fianco dimostra che l' eccesso è un ostacolo alla bellezza nonchè gioia di vivere, ma non l' anoressia, bensì la sana normalità (il normopeso accompagnato da regolare esercizio fisico) sono autentici cosmetici di bellezza!

Noi siamo davvero Vegani, ma... "mancati" e ci scusiamo, nascondendoci un pochino forse, dietro il fatto che il Cristo per sfamare le folle ha moltiplicato i Pani..(cereali) ma anche i pesci, quindi, se anche il Cristo ha sfamato (almeno) per un giorno con del pesce, forse si può tradire l' alimentazione vegana (senza dirlo a nessuno eh?) inoltre, molto raramente, gustando durante qualche festività un buon vino ed alcuni pesci dalla carne grassa come sgombro, salmone, aringa, sardine e tonno, i quali anche loro contengono grassi con Omega 3.

Ancora una volta è dalla natura che provengono i cibi che proteggono la salute e dall' industria i cibi che la tolgono!

Evitare Grassi industriali idrogenati e olii da frittura, ? Uno scampato pericolo, nell' ottica di una davvero lunga vita!


“La salute non è tutto...
ma senza salute, tutto è niente! ”

(Arthur Schopenhauer)
Vini biologici senza solfiti: Vino medievale

Sito realizzato da Webdesign-Specialist & You-Web